Skip to Content

Come contribuire

La forma principale scelta per animare "Piazza Statuto" è il contributo breve, ovvero, tra i 2.000 e i circa 5.000 caratteri.

I contributi riguarderanno sia il ruolo dell'università in generale, sia lo specifico tema dei nuovi statuti in via di definizione a seguito dell'approvazione della legge Gelmini.

Chiunque si ritenga un portatore di interesse rispetto all'università può contribuire.

Sono benvenuti testi in risposta, o a commento, di testi precedentemente pubblicati.

I curatori del sito contatteranno potenziali autori sollecitando specifici contributi, ma al contempo invitano tutti gli interessati a inviare contributi spontanei.

Chi desidera contribuire invii il suo testo via email all'indirizzo contributi chiocciola piazzastatuto punto it. Il testo venga cortesemente incluso nel corpo del messaggio; i messaggi con allegati verranno automaticamente scartati dal sistema. Chi volesse usare tabelle, colori o altri artifici grafici, cortesemente fornisca l'HTML corrispondente; data la natura strettamente volontaristica di "Piazza Statuto", infatti, non si possono offrire servizi di formattazione o di traduzione di formati. Chi contribuisce rimane titolare dei propri diritti d'autore, ma accetta espressamente di rilasciare il proprio testo con licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo (v. http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.5/it/ per maggiori informazioni).

Si raccomanda di corredare i propri contributi di tutti i riferimenti e i link del caso, così da facilitare la comprensione reciproca ad di là delle barriere disciplinari o professionali e per favorire eventuali approfondimenti. Si segnalino eventuali risorse di interesse generale da aggiungere alla sezione Risorse.

Si ricorda che, previa registrazione al sito (onde evitare spam bots), è possibile commentare ogni articolo - la forma di interazione consigliata per puntualizzazioni, richieste di riferimenti, eccetera.

I curatori del sito prendono l'impegno di favorire una discussione la più ampia e inclusiva possibile, senza preclusioni o preferenze di sorta.



page | by Dr. Radut